Area Riservata

Sedazione Cosciente

Sedazione Cosciente per vincere “La paura del dentista”                                      

Quando si utilizza la “sedazione cosciente”?

Si associa generalmente ad interventi di chirurgia orale, implantologia, piccola chirurgia estetica e ambulatoriale e nei casi di odontofobia (la paura del dentista e delle operazioni odontoiatriche). La prestazione viene realizzata grazie alla collaborazione con un Medico Specialista in anestesia e rianimazione .

Come funziona e quali sono le sensazioni?

Viene praticata dal medico anestesista mediante infusione di sostanze sedanti. Durante la sedazione cosciente il paziente percepisce uno stato di torpore molto vicino al sonno, mantenendo un respiro autonomo e l’attività di tutti i riflessi vitali e delle vie respiratorie. Rimane inalterato lo stato di coscienza con capacità del paziente di mantenere il contatto verbale con il chirurgo. Questa condizione di rilassamento produce inoltre una stabilizzazione della pressione arteriosa, un minor sanguinamento durante l’atto terapeutico e una maggior collaborazione del paziente durante tutto l’intervento chirurgico.

L’amnesia che si associa alla sedazione cosciente è un altro vantaggio per il paziente che manterrà un ricordo più positivo della terapia chirurgica effettuata. Il monitoraggio non invasivo dei parametri vitali del paziente (frequenza cardiaca, ossigenazione del sangue, pressione arteriosa, ecc.) rappresenta un ulteriore garanzia di sicurezza tanto da rendere questa pratica anestesiologica sempre più diffusa e richiesta in campo odontoiatrico.

Dopo l’intervento il paziente può rientrare a domicilio, comunque accompagnato da un adulto responsabile ed evitando di guidare per almeno 24 ore.